Il figlio di 6 anni spende 80.000$ in un gioco d’azzardo online e la madre finisce i soldi per pagare il mutuo della casa

La donna pensava che andasse tutto bene fino a quando non ha ricevuto il conto della carta. 

Al giorno d’oggi, telefoni cellulari e tablet sono entrati nella vita dei bambini sempre prima. È molto comune vedere i genitori regalare i propri elettrodomestici ai bambini come un modo per intrattenerli nella loro vita quotidiana, in modo che possano riposare o adempiere ai loro obblighi.

Spesso questa interazione con i dispositivi elettronici non provoca alcun danno grave, ma altre volte può generare una situazione molto difficile da aggirare.

È quello che è successo a Jessica Johnson , un’americana che ha passato grossi guai per aver permesso a suo figlio di divertirsi con il tablet .

In un’intervista con Good Morning America, Johnson ha affermato che suo figlio di 6 anni ha speso l’equivalente di R$ 80.000 per un gioco online sul dispositivo che lei gli ha prestato per distrarsi.

Si è resa conto del debito guardando un importo extra sull’estratto conto della sua carta di credito, questo la preoccupava molto, perché aveva subito un taglio di stipendio a causa della pandemia e suo marito era disoccupato.

Jessica ha contattato la sua banca in merito all’attività, chiedendosi se fosse una truffa o che la carta fosse stata clonata, ma la banca l’ha informata che i dati inseriti erano corretti, erano relativi a un gioco online e che la responsabilità del pagamento era sua. , consigliandole di parlare con Apple, il sistema operativo del tablet , e Sega, lo sviluppatore del gioco a cui stava giocando il ragazzo.

Copyright: file personale.

Dopo un lungo periodo di trattativa, la donna si è fatta restituire una parte del denaro, con l’aiuto di Apple, ma non è riuscita a pagare interamente il mutuo sulla sua casa. Johnson ha deciso di condividere la sua esperienza sui social network per allertare altri padri e madri, al fine di evitare che accada lo stesso ad altre famiglie.

Johnson si è lamentato dell’episodio perché durante la pandemia i genitori stanno lavorando duramente per intrattenere i propri figli a casa e spesso vedono tablet e telefoni cellulari come una soluzione temporanea.

Padri e madri che crescono i propri figli vicino alla tecnologia sanno come i cellulari possano essere ottimi alleati nella vita di tutti i giorni, ma casi come questo servono da monito per un monitoraggio più frequente dei figli, sia finanziariamente che per prevenire una dipendenza, che può avere conseguenze spiacevoli in tutti gli ambiti della vita.